Simone Piazzola

Nato a Verona nel 1985, inizia a 11 anni gli studi musicali con il soprano Alda Borelli Morgan. Nel 2004 prende parte a vari concerti organizzati dalla Fondazione Arena di Verona. Nel 2005 vince il primo premio al Concorso “Marie Kraja” di Tirana e nel 2007 il Concorso “Comunità Europea” del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.
Inizia giovanissimo una brillante carriera che lo porta ad esibirsi subito ne Il Re di Giordano al Teatro Giordano di Foggia, Rigoletto diretto dal M° Bruno Campanella al Teatro dell’Opera di Roma e in tournée in Giappone, Il Trovatore (Conte di Luna) al Teatro Nuovo di Spoleto.

Nel luglio 2008 debutta Marcello ne La Bohème al Teatro La Fenice di Venezia.

La stagione 2009 lo vede impegnato come Marcello ne La Bohème al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Germont ne La Traviata a Verona e Firenze; Cecil in Maria Stuarda e Sharpless in Madama Butterfly a Venezia, Pechino e Napoli. Ha partecipato inoltre al Gala Placido Domingo all’Arena di Verona.

Nel 2010 debutta come Valentin nel Faust di Gounod al Teatro Bellini di Catania ed è stato inoltre impegnato con La Bohème (Marcello) al Teatro Massimo di Palermo diretto da Daniele Callegari, La Traviata (Germont) a Jesi, Fermo, Treviso, Simon Boccanegra (Paolo) al Teatro Regio di Parma per il Festival Verdi ed al Teatro Real di Madrid, La Fanciulla del West (Sonora) al Massimo di Palermo.

Recentemente si è esibito in Maria Stuarda (Cecil) diretto da Richard Bonynge con la regia di Pizzi al Megaron di Atene, La Traviata (Germont) ad Ascoli Piceno e al Massimo di Palermo, al Comunale di Modena, Municipale di Piacenza e Bolzano, al Maggio Musicale Fiorentino, alla Fenice di Venezia diretto da Diego Matheuz con la regia di Robert Carsen, con la regia di Cristina Muti Mazzavillani al Ravenna Festival ed a Piacenza, con la regia di Ferzan Ozpeteck al Teatro San Carlo di Napoli (direttore Mariotti) e relativa tournée ad Hong Kong (direttore Roberto Abbado), Lucia di Lammermoor (Enrico) al Teatro La Fenice di Venezia, Madama Butterfly (Sharpless) al Teatro Petruzzelli di Bari, Pagliacci (Silvio) per il Teatro San Carlo di Napoli (con tournée al Marinsky di San Pietroburgo diretto dal M° Donato Renzetti), Simon Boccanegra (Paolo) all’ABAO di Bilbao con la regia di Hugo De Ana diretto dal M° Donato Renzetti, La Bohème al Sociale di Rovigo ed al Teatro Verdi di Padova, alla Fenice di Venezia diretto dal M° Daniele Callegari con la regia di Francesco Micheli, Rigoletto a Jesi ed a Fermo; ha inoltre partecipato al Concerto di Natale diretto da Riccardo Muti in Senato trasmesso in Euro visione, Don Carlo (Rodrigo) al Comunale di Modena ed a Piacenza e ad un Gala Verdi con la Fondazione Toscanini diretto dal M° Kazushi Ono.

Tra i suoi successi ricordiamo anche La Traviata alla Fenice di Venezia e al Palau de les Arts a Valencia, La Bohème a San Paolo, in Brasile, Il Trovatore allo Sferisterio Macerata Opera Festival, al Teatro alla Scala di Milano e a Budapest, La Bohème a Tel Aviv, La Forza del destino al Palau de les Arts a Valencia, La Traviata a Macerata, al Teatro la Fenice di Venezia, a Parigi e Firenze, Lucia di Lammermoor  a Berlino, Simon Boccanegra a Venezia, Roberto Devereux a Madrid e Bilbao.

Nell’agosto 2013 si è aggiudicato il Secondo Premio nonché il Premio del Pubblico al Concorso Operalia di Plácido Domingo a Verona.

Negli ultimi anni spiccano le produzioni di Attila al teatro Comunale di Bologna ed al Massimo di Palermo nel 2016, nello stesso anno Un Ballo in Maschera al Teatro dell’Opera di Roma, Aida alla Wiener Staatsoper, La Forza del destino a Salerno e Il trovatore all’Arena di Verona

Nel 2017 spicca il Roberto Devereux alla Bayerische Staatsoper di Munchen, Bohème alla Scala di Milano e a Dresda e La Favorite al Teatro Real de Madrid. Nell’estate di quell’anno è insignito del prestigioso premio Ettore Bastianini.

Il 2018 è l’anno dei debutti: ne Il Corsaro nei circuiti della Fondazione Teatri di Piacenza e nell’Ernani al Teatro alla Scala di Milano.

Nel 2019 spiccano i debutti nel ruolo di Ford del Falstaff verdiano e quello di Ernesto ne Il Pirata, opera  messe in scena dal Teatro Real di Madrid, ed una splendida ripresa di Simon Boccanegra alla Wiener Staatsoper.